Per chiedere informazioni all'autore del blog, oppure per chiedere indirizzi di buoni conventi e monasteri, scrivere a: cordialiter@gmail.com

giovedì 26 gennaio 2017

La preghiera dona pace e amore


Pubblico una lettera che ho inviato a una lettrice attratta dalla vita religiosa.

Cara sorella in cristo,
                                     rispondo volentieri alle tue domande.

Insegna Sant'Alfonso Maria de Liguori nel suo aureo libretto intitolato “Del gran mezzo della preghiera”, che Dio è felice di concederci le grazie, ma ordinariamente parlando vuole concedercele solo se noi lo preghiamo. La preghiera è un po' come l'ossigeno dell'anima. Ecco perché se smettiamo di pregare andiamo subito in crisi e siamo deboli nella lotta contro le tentazioni (gli stessi dubbi, spesso non sono altro che subdole tentazioni). Il demonio sa benissimo che senza la preghiera siamo deboli, e infatti cerca in mille modi di allontanarci dalla preghiera. A tal proposito Sant'Alfonso disse la celebre frase: “Chi prega si salva, chi non prega si danna”.

La preghiera ti dona la pace del cuore perché ti mette in comunicazione con Dio, che è fonte di pace e di amore. Se ti avvicini al sole senti calore, se invece ti avvicini a Dio senti pace e amore (caritas).

Forse il mondo ti giudica “anormale”. In realtà il tuo comportamento è assolutamente normale. Mi spiego meglio, ogni creatura ha uno scopo: il sole è stato creato per fare luce e fare calore, le nuvole sono state create per far scendere l'acqua sulla terra, gli esseri umani sono stati creati per amare Dio con tutto il cuore e con tutte le proprie forze. È bellissimo sapere che sei innamorata di Gesù (è tuo dovere amarLo), ma vorrei che tutti i 7 miliardi di persone che abitano la terra amassero il Signore ardentemente. Lui lo merita!

Per sapere se sei portata per la vita religiosa, potresti fare un'esperienza vocazionale di una settimana con le suore, così potrai renderti conto se questa vita fa per te oppure no. Non scegliere un istituto qualsiasi, ma solamente uno fervoroso, devoto e osservante. Purtroppo, ci sono degli istituti di suore che si sono rilassati, e ormai vivono in maniera secolarizzata. Sant'Alfonso diceva sarebbe meglio restare a casa propria anziché entrare in un monastero rilassato.

Ti saluto cordialmente in Gesù e Maria,

Cordialiter